logotype

come si comunica la storia

Edizione 2015-2017

 

FRANCESCO ANNICCHIARICO

Nato nel 1985 a Grottaglie (Ta),  consegue la maturità scientifica presso il Liceo Scientifico “G. Moscati” nel 2005 col voto di 80/100. Nel marzo 2009 consegue la laurea triennale in Scienze Storiche presso l’Università di Bologna col voto di 106/110, presentando la tesi dal titolo “Le Penne Nere nel Secondo Conflitto Mondiale, 1940-1945”. Sempre presso l’Ateneo bolognese consegue nell’ottobre del 2013 la Laurea Magistrale con Lode in Storia, presentando la tesi dal titolo “I nazionalismi italiani in Venezia Giulia tra Otto e Novecento”. Durante il  percorso di studi magistrale ha trascorso un periodo di 6 mesi presso la Roskilde Universitet (Danimarca) all’interno del programma di scambio ERASMUS.

 

MADDALENA ARRIGHINI

Sono nata nel 1989 a Brescia. Ho frequentato il Liceo classico della mia città e nel 2008 mi sono iscritta alla Facoltà di Storia dell’Università di Padova. Nel febbraio 2012 ho conseguito la laurea triennale portando una tesi sullo studio dei verbali prodotti dall’Inquisizione come possibili fonti storiche. Nel settembre 2014 ho conseguito con lode la laurea Magistrale in Scienze Storiche presentando una tesi dal titolo Essere donne in un carcere della Repubblica Sociale Italiana: il caso dell’istituto penitenziario di Brescia (1943-1945)
Ho svolto attività di tirocinio presso l’Archivio Storico della Resistenza bresciana e dell’età contemporanea a Brescia, collaborando alla prima archiviazione dei documenti prodotti dal CLN di Salò nell’immediato secondo dopoguerra. 
In occasione della ricorrenza del 25 Aprile sono stata ospitata da due istituti superiori bresciani per presentare agli alunni la mia tesi di laurea magistrale.

 

VITO BANCO

E’ nato a Trapani il 24 aprile 1991. Ha conseguito la maturità scientifica nel 2010 con voto 94\100. Nel luglio 2013 ha conseguito con voto 110\110 e lode, presso la Scuola di Lettere e Beni culturali dell’Università di Bologna, la laurea triennale in Storia, con una tesi in Storia delle società contemporanee dal titolo: L’infanzia tra propaganda e assistenza: la federazione bolognese dell’ONMI dal 1927 al 1942. Negli anni seguentiha approfondito lo studio dell’età contemporanea, in particolare la storia del Novecento, con una notevole attenzione verso i fenomeni politici e sociali legati alla Grande Guerra e ai totalitarismi. Nel maggio 2013 ha partecipato all’edizione dei seminari di “Le Monde Diplomatique” sul tema: Potere, autorità e identità: l’incerto ruolo degli Stati Uniti nel Mondo, seguendo un ciclo di conferenze tenute dal professor Philip Golub. L’interesse verso l’assistenzialismo fascista è tuttavia continuato e nel 2014, nel corso del ciclo seminariale “La Seconda guerra mondiale: vita quotidiana, esperienze di guerra di militari e civili, Resistenze", ha scritto un breve saggio scientifico dal titolo: L’O.N.M.I “repubblicana”. L’attività assistenziale dell’Opera nazionale maternità e infanzia a favore degli sfollati e dei profughi nella Repubblica sociale italiana (1943-1945). Nel luglio 2015 ha conseguito, con votazione 110\110 e lode, la laurea magistrale in Scienze storiche, con una tesi in Storia dell’Italia contemporanea dal titolo: Soldati senza divisa. Il fronte interno a Bologna tra militarizzazione e assistenza (1915-1918); relatrice è stata la prof.ssa Fiorenza Tarozzi. Come per la tesi triennale, anche in occasione della tesi magistrale la sua attenzione si è incentrata, oltre che su un’ottica nazionale, soprattutto sulla realtà bolognese; poiché solo tramite lo studio delle realtà locali è possibile conoscere la “grande storia” su scala nazionale. Possiede una buona comprensione della lingua inglese e sta studiando lingua tedesca presso il CLA di Bologna. Coltiva la passione per la numismatica italiana tra ‘800 e ‘900 che reputa utilissima per la conoscenza della storia del nostro paese, ma anche per la storia della radio, della Tv, del cinema, delle pubblicità e dei consumi di massa, sempre in relazione all’Italia. Nel corso di questi anni di studio si è occupato infatti della storia della Rai e della Fiat e del loro legame con la vita quotidiana degli italiani.

 

 

FRANCESCO CARNIEL

Francesco Carniel, 21/06/89, Treviso.
Laurea Magistrale in Storia dal Medioevo all’Età Contemporane, con voto: 110 L presso l’Università Ca' Foscari, Venezia con particolare attenzione riguardo: Storia Azteca; Storia della Chiesa Cattolica; Confronto fra culture, ricerca e selezione delle fonti, esposizione chiara e concisa in forma orale e scritta.
Laurea Triennale in Storia, Percorso Storico Filosofico, con voto: 105 presso l’Università Ca' Foscari.
Diploma di Maturità presso Liceo Classico Antonio Canova, Treviso
Certificazione B2 di lingua inglese; conoscenza dei programmi di video scrittura e capacità di navigare in internet; possiedo buone competenze comunicative atte all’insegnamento sviluppate tramite tirocini presso scuole superiori; scrivo racconti.
Ha pubblicato il libro "I sogni del lupo" scaricabile tramite il sito ilmiolibro.it (http://ilmiolibro.kataweb.it/libro/racconti/207761/i-sogni-del-lupo/). 

 

CARLO COSTA 

Si è laureato in Scienze politiche con una tesi in Storia contemporanea sulla presenza del Partito D'azione a Roma. Tra il 2005 ed il 2007 ha collaborato con il Museo storico della Liberazione di Roma, contribuendo alle ricerche per il volume Memorie di quartiere. Frammenti di storie di guerra e Resistenza nell'Appio Latino e Tuscolano. 1943-1944, (Edilazio, 2007). Tra il 2007 ed il 2008 è stato borsista presso la Scuola superiore di studi di storia contemporanea dell'Insmli. Nel 2008 ha pubblicato con Lorenzo Teodonio il volume Razza partigiana. Storia di Giorgio Marincola (1923-1945) (Iacobelli), esito di una ricerca condotta autonomamente dai due autori tra il 2005 ed il 2007. Nel 2011 ha conseguito il diploma della Scuola di Archivistica, paleografia e diplomatica presso l'Archivio di Stato di Roma. Nel 2014 ha conseguito il Dottorato di ricerca in Storia contemporanea presso l'Università degli studi della Tuscia in seguito alla discussione di una tesi sul tema del neofascismo a Roma dalla liberazione ai primi anni Ottanta.

 

ANDREA DAL BON

Mi sono laureato in Antichità Classiche e Orientali presso l'Università degli Studi di Pavia nel dicembre 2012, discutendo una tesi riguardante l'Oplontis Project - un progetto congiunto tra l'Università di Austin e la Soprintendenza archeologica di Pompei -, mentre nel marzo 2015 mi sono laureato presso l'Alma Mater Studiorum di Bologna in Archeologia e culture del mondo antico discutendo una tesi riguardante la musealizzazione dei reperti archeologici di San Giovanni in Monte.
Per quanto riguarda le esperienze pratiche, ho partecipato a tre campagne di scavo nel comune di Tolfa (Roma), in collaborazione con il Gruppo Archeologico Romano, nelle estati 2012, 2013, 2014, oltre allo scavo diretto dal Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell'Università di Bologna presso il quartiere Navile di Bologna nel settembre 2013.

 

NICOLO' FALCHI 

Nicolò Falchi, nato a Cagliari il 24/10/1984.
Si laurea prima in Storia e informazione presso l'Università di Cagliari nel 2012, con una tesi dal titolo Il Movimento verde. L'Iran dei figli della rivoluzione. Nel luglio 2015, invece, consegue la laurea magistrale in Scienze storiche, presso l'università di Bologna, con una tesi dal titolo Il Calcio al confine: il caso di Trieste. Nel 2016 è in programma una pubblicazione, assieme al ricercatore Nicola Sbetti, dal titolo "Trieste val ben una sassata”. L’attività sportiva in una città di confine ai tempi della guerra fredda (1945-1954) per la casa editrice Bradipolibri.

 

FILIPPO MATTIA FERRARA

È nato a Segrate (Mi) l’8 ottobre 1989. Nel 2012 si è laureato in Scienze della Comunicazione, presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, con una tesi in Storia contemporanea sullo stalinismo. Nel settembre 2013 ha pubblicato sulla rivista online Diacronie-studi di storia contemporanea Pulizia, terrore e giustizia. Ruolo e significato del Terrore nell’esperienza staliniana. Nel marzo 2015 ha conseguito con lode la laurea magistrale in Scienze storiche, presso la Alma Mater Studiorum-Università di Bologna con una tesi dal titolo Ideologie della nazione. Pci e Dc tra l’8 settembre e le elezioni del 1948

 

VALERIA GAMBINO

È nata a Roma il 14 ottobre 1989. Ha conseguito la Laurea triennale in Studi italiani presso l'Università degli studi di Roma La Sapienza, con una tesi su Gianni Rodari. La forza della cretività e la ricerca dell'utopia nella costruzione di mondi fantastici, e la Laurea magistrale in Editoria e scrittura con una tesi dal titolo RAI: il servizio pubblico per la scuola e l'educazione discussa sempre presso l'Università di Roma La Sapienza.
Ha svolto un tirocinio presso la casa editrice Giulio Perrone Editore durante il quale ha svolto varie attività, dalla correzione di bozze alla redazione dei testi, dalla stesura di schede editoriali, bandelle e comunicati stampa a lavori di archiviazione informatica, senza tralasciare gli ambiti amministrativi e commerciali. Il tirocinio le ha permesso di conoscere il reale funzionamento di una casa editrice e i rapporti della redazione con scrittori e utenti vari.

 

MATILDE GIORDANI 

Mi chiamo Matilde Giordani e sono nata il 31 agosto 1990 ad Ancona.
Ho frequentato il Liceo Scientifico Livio Cambi a Falconara Marittima, diplomandomi nel giugno 2009. A settembre dello stesso anno ho cominciato a studiare alla Facoltà di Architettura di Ferrara e mi sono laureata nel marzo 2015, con una tesi dal titolo “Cesenatico, il quartiere balneare del Novecento. Indicazioni operative per la tutela dell’architettura”. Sin da quando ero piccola mi ha sempre appassionato la storia, e ho scelto di frequentare la Facoltà di Architettura per poter studiare la storia dei monumenti, dello sviluppo urbanistico delle città, degli artisti, di tutti i protagonisti e delle vicende che portarono alla costruzione degli stessi.
Sono molto interessata anche alla comunicazione in genere e alla organizzazione di eventi in particolare. Infatti ho già avuto esperienze di organizzazione di convegni, sfilate di moda, anche d’epoca, assemblee regionali e altri eventi vari finalizzati alla raccolta di fondi per l’associazione di beneficienza di cui faccio parte. Di tutti gli eventi organizzati ho curato personalmente anche la parte grafica, pubblicitaria e di promozione.

 

MARTINA MAZZOCCHI

Nata nel 1989, nel 2012 ha conseguito la laurea triennale in Lettere, con una tesi in Storia dell’arte contemporanea, presso l’Università di Macerata. Nel corso degli studi ha svolto il tirocinio curriculare nell’ambito dell’istruzione, affiancando un docente di lettere presso il Liceo scientifico statale “A. Orsini” di Ascoli Piceno.
Nel 2014 ha conseguito presso l’Università di Bologna la laurea magistrale in Italianistica, Culture letterarie europee e Scienze linguistiche, con una tesi in Letteratura e filologia medievale e umanistica dal titolo La difesa della poesia nel primo Umanesimo, con votazione di 110/110 e lode. Nella sua ricerca ha proposto una sintesi della difesa della poesia, sia dal punto di vista dello studio dei testi che sono manifesto e tutela dell’arte poetica, sia analizzando i rapporti che intercorrono fra gli umanisti e le personalità più rilevanti del tempo. Giungendo così a definire un percorso temporale che va dalla fine del Duecento all’inizio del Quattrocento, e spaziale che si muove tra Padova, Firenze, Roma e Bologna.
Da alcuni anni studia la lingua tedesca. 

 

FRANCESCO PANICO

Nato nel 1975, ha conseguito nel 2014 la laurea in Filosofia (vecchio ordinamento) con una tesi dal titolo Il pensiero poetante in Leopardi presso l’Università degli Studi di Bologna e nel 1999 il titolo accademico di Baccalaureato in Teologia presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale sez. San Luigi. È docente di una scuola secondaria di primo grado di Bologna. Ha collaborato con diversi Enti (Comune di Bologna Quartiere Reno) e Associazioni (ANPI - ANMIG) partecipando in maniera attiva all’organizzazione di eventi storico-culturali. Ha curato, nell’ambito scolastico, progetti intorno a tematiche storiche: I giovani e la MemoriaNavigare la BarcaUn passamano per San Luca, di cui è stato membro del Comitato insegnanti della Festa internazionale della storia; Pietre della MemoriaQuattro passi nella Storia, quattro passi per la Storia. Ha condotto in ambito scolastico il Laboratorio intergenerazionale, volto a promuovere l’incontro tra le generazioni e la promozione e diffusione dei valori della Resistenza. Ha coordinato progetti e attività espressivo-teatrali e ha condotto laboratori per la realizzazione di un giornale e di un blog scolastici. Referente per l’Orientamento scolastico e lotta alla dispersione scolastica e coordinatore di attività per la prevenzione del disagio tra gli studenti. Appassionato di fotografia e poesia, partecipa attivamente ad alcune attività di volontariato in ambito sociale. 

 

LORENA PLAZZI

Nata a Faenza il 23/05/1986, nel 2014 ho conseguito la laurea magistrale in Arti visive presso l’Università di Bologna, con una tesi dal titolo Bellum et vanitas: l’abbigliamento della fine del Medioevo nella rievocazione storica attraverso la miniatura.
Nel 2010 ho conseguito la laurea triennale in D.A.M.S. presso l’Università di Bologna, con una tesi dal titolo L’arte del quotidiano: il mito di Diana e Atteone nella maiolica istoriata faentina cinquecentesca.
Diplomata nel 2005 come tecnico ceramico presso l’Istituto Statale d’Arte per la Ceramica “G. Ballardini” di Faenza.
Nel 2008 ho svolto un tirocinio presso il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza e nel 2013 ho svolto un tirocinio presso i Musei di San Domenico a Imola.
Dal 2011 faccio parte di una associazione che si occupa di rievocazione storica medievale, e mi interesso di ricostruzione e riproduzione dell’abbigliamento e delle ceramiche di fine XIV – inizio XV secolo, all’interno di un contesto di vita militare di una ipotetica compagnia di ventura tra il 1370 e il 1420.

 

ELISABETTA RICCI

È nata a Bergamo nel 1989 e risiede a Cesena, dove consegue la maturità classica. Nel 2012 si laurea in Beni culturali presso l’Università degli Studi di Bologna con una tesi in Storia del cristianesimo dal titolo «Celebrent divina ministeria pro anima testatoris». Chiesa e società nella Cesena del Trecento secondo i documenti di Dardone beccaio e mercante, ottenendo la votazione di 110/110 e lode. Nel 2014 consegue la Laurea magistrale in Scienze storiche presso l’Università degli Studi di Bologna con una tesi in Civiltà del Basso Medioevo dal titolo Prima degli Otto Santi. Aspetti della società di Cesena attraverso la documentazione del becarius Dardone, ottenendo la votazione di 110/110 e lode. Attualmente frequenta il corso organizzato dalla Scuola storica nazionale per l’edizione delle fonti documentarie attiva presso l’Istituto storico italiano per il Medio Evo.

 

VITTORIO RUSSO 

Nato a Napoli nell’aprile del 1988, nel 2012 ha conseguito con lode presso l’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa la Laurea triennale in Conservazione dei beni culturali, presentando una tesi a carattere letterario in Scritture e poetiche, incentrata sulle figure della malinconia nella poetica di Alfieri, Foscolo e Leopardi. Nell’autunno dello stesso anno si trasferisce a Roma per frequentare presso la Sapienza Università di Roma la Laurea magistrale in Editoria e scrittura, conseguita con lode nel gennaio 2015 con una tesi in Editoria multimediale, avente come titolo: La Shoah e la cultura pop: il caso Anna Frank. Negli ultimi anni ha, inoltre, collaborato con diverse testate giornalistiche, cartacee e non, tra cui il "Mattino" e il giornale online "VesuvioLive", volendo assecondare il suo sogno di diventare, un giorno, anche giornalista. 

 

 

ALICE SANA 

Ho conseguito la laurea magistrale in Geografia e processi territoriali nel luglio 2013 presso l’Università di Bologna. Durante gli studi ho svolto tirocinio come guida museale presso il museo di Palazzo Poggi di Bologna. Dal 2014 al 2015 ho collaborato con l’ufficio Politiche culturali della Provincia di Lodi, che coordina il Sistema museale lodigiano, dove mi sono occupata della promozione del patrimonio artistico provinciale attraverso l'elaborazione di percorsi turistici e culturali rivolti ad adulti e bambini. Attualmente collaboro con l’ufficio Comunicazione del comune di Seriate (BG). Inoltre, sono volontaria presso un’associazione culturale di Bergamo, dove svolgo attività di accoglienza e guida a disposizione dei visitatori di mostre artistiche.

 

ELENA TESSITORE

Laureata in Storia nel 2012 presso l’Università Statale di Milano, ho scelto di proseguire gli studi a Bologna. Qui ho conseguito nel 2014 la laurea magistrale in Scienze storiche con votazione 110/110 e lode, presentando una tesi volta ad analizzare le capacità dimostrate da Ken Saro-Wiwa nel far conoscere a livello internazionale il dramma del popolo ogoni.
Interessata ad approfondire le mie conoscenze nell’ambito della comunicazione, nel 2014 ho svolto un tirocinio curricolare presso la casa editrice Imprimatur di Reggio Emilia in qualità di assistente per l’ufficio stampa e la redazione editoriale. Nel luglio 2015, inoltre, ho partecipato al corso in Digital Marketing organizzato a Milano dall’Associazione Prospera.
Ho collaborato con la Fondazione memoria della deportazione e attualmente sono impegnata come volontaria nell’attività di insegnamento della lingua italiana agli stranieri.

  

 

NICOLO' GIOACCHINO TITOLO

Si laurea con lode in Storia Contemporanea nel 2001 presso l’Università degli Studi di Milano, materia di laurea Storia del Giornalismo, titolo della tesi Ugo Stille, testimone dagli Stati Uniti agli esordi della Guerra Fredda (1946 – 1949). A Milano collabora con aziende private nel campo della formazione a distanza (e-learning), in particolare per la redazione di materiale didattico per corsi di informatica, lingue straniere, italiano per stranieri.
Nel 2010, sempre presso l’Università degli Studi di Milano, consegue dottorato di ricerca in Storia Internazionale (Metodi di Elaborazione Multimediale) con la tesi sulla guerra ispano-americana del 1898 La fine di un impero: le reazioni europee di fronte al desastre spagnolo del 1898.
Nel corso del dottorato rappresenta i dottorandi nel Consiglio di Dipartimento e collabora all’attività didattica come cultore della materia.
Nel 2011 ottiene il diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica; collabora con gli archivi di Stato di Milano e Como nella realizzazione di mostre, visite guidate, inventariazione e digitalizzazione di contenuti; scrive un saggio introduttivo sull’evoluzione storica degli archivi nell’opera I custodi della memoria. L’edilizia archivistica italiana statale del XX secolo (Maggioli, 2014).
Appassionato di ricerca storica, ha conseguito abilitazioni di tutor in percorsi formativi e progettista di ambienti di e-learning. 

 

MARCO TORELLO

Laureato in Storia presso l'Università “Gabriele d'Annunzio” di Chieti, con tesi in Storia dell'Europa orientale dal titolo Ungheria 1956: un problema storiografico, ha conseguito la Laurea magistrale in Scienze storiche presso l'Università di Bologna con tesi intitolata Pericolosi per la sicurezza dello stato. I sovversivi bolognesi visti attraverso i fascicoli della questura 1918/1922 risultando tra i primi ad avere l'opportunità di analizzare i documenti della Questura di Bologna relativi alle attività dei sovversivi bolognesi. Ha svolto un tirocinio presso l'Istituto per la Storia della Resistenza e della società contemporanea nella Provincia di Bologna “Luciano Bergonzini” e collaborato con la rivista online “Percorsi storici”. 

2018  Master in Comunicazione Storica  globbers joomla templates