MASTER
comunicazione storica

Mandragore: il Medioevo attraverso le miniature
di , 18 Luglio 2016, Il Blog degli studenti del Master , 4a edizione

Mandragore base des manuscrits enluminés de la BnF è un motore di ricerca online della Bibliothèque nationale de France, che permette di ricercare le miniature presenti all’interno di un manoscritto medievale. Questa ricerca avviene per personaggi storici, letterari, mitologici e religiosi che sono rappresentati nelle miniature, (attraverso il loro nome proprio); e per classi tematiche riguardanti cose, discipline e animali.
Le miniature possono essere in bianco e nero, a colori, create da un artista, o possono essere autografe e marginali operate da autori, copiatori o lettori.
La pagina iniziale del sito si presenta con una breve introduzione (Accueil). Il menu, di facile consultazione è poi così suddiviso: Aide (in cui sono presenti le abbreviazioni ed alcuni consigli di ricerca), Recherche, Classement thématique e BnF archives et manuscrits.
La parte Recherche è suddivisa in una prima sezione bipartita, da un lato la ricerca per manoscritto e dall’altro quella per immagine. Nella prima si può specificare il codice, l’autore, il titolo dell’opera, l’origine e la data, ma anche l’artista che ha creato le miniature; mentre nella seconda parte, la ricerca per immagine, avviene attraverso la specificazione del “folio” del manoscritto.
La seconda sezione della ricerca prevede invece un’indagine a campo libero, nei testi dei codici manoscritti, in cui basta specificare il nome proprio del personaggio, mitologico, storico, religioso o letterario, da ricercare all’interno della miniatura, o anche dell’oggetto.
Una volta effettuata questa ricerca, apparirà un elenco di codici, dal quale è possibile selezionare il manoscritto scelto, e una volta aperto si potranno analizzare più immagini di miniature.
C’è poi la sezione di ricerca per temi, Classement thématique, dove è possibile trovare cose, animali, religioni, e molto altro ancora, sempre all’interno dei manoscritti medievali. Da qui è possibile selezionare la classe, che comprende numerose sottoclassi per la ricerca, che è così molto specifica e riguarda un gran numero di codici, anche arabi, greci e orientali oltre a quelli latini.
È interessante riportare un esempio di ricerca: nella sezione Botanique, si può selezionare la voce abete. Da qui si è generato un vasto elenco di codici, di cui il primo è il Français 623, fol. 29v, flore: agaric. Cliccando sull’icona della miniatura si può visualizzare l’opera
. L’ultima voce del menu, BnF archives et manuscrits, rimanda ad una pagina della Biblioteca in cui si possono trovare approfondimenti sui manoscritti. Comprende inoltre le parti dell’archivio della BnF, e il catalogo con i codici.
Questo motore di ricerca è interessante e soprattutto molto utile per tutti gli studiosi di medioevo, in particolare per i filologi. Ma non solo, essendo di facile consultazione nonostante sia in lingua francese, risulta utilizzabile anche dagli appassionati di discipline medievali. Il suo punto forte è sicuramente quello di rendere fruibile a tutti un vasto patrimonio, attualmente poco conosciuto, ma molto ricco, quello delle miniature.

login | privacy