MASTER
comunicazione storica

Un catalogo bibliotecario nel tempo delle app
di , 27 Giugno 2016, Il Blog degli studenti del Master , 4a edizione

Un catalogo bibliotecario nel tempo delle app

Nel corso degli ultimi decenni i classici cataloghi di biblioteca su cui gli studiosi consultavano (riga per riga) gli inventari bibliografici sono stati affiancati o sostituiti da strumenti digitali che oggi sono quasi totalmente raggiungibili dal proprio computer o dal proprio cellulare. Recentemente anche i cataloghi delle biblioteche del polo bolognese sono disponibili online e la loro consultazione è agevolata da una semplice ma funzionale app. SBN UBO è la versione mobile del catalogo bibliotecario bolognese perfettamente funzionante sia su piattaforma Android, sia su IOS e scaricabile gratuitamente dai rispettivi store (GooglePlay e iTunes).
Tramite le potenzialità del proprio smartphone, la app permette una rapida consultazione del catalogo delle biblioteche del polo bolognese indicando immediatamente la disponibilità del testo desiderato e la sua collocazione all’interno delle biblioteche più vicine.
L’interfaccia è assolutamente intuitiva: un menù posto sotto il logo della app elenca le funzioni disponibili. In caso lo schermo dello smartphone o del tablet non sia delle dimensioni adeguate, una piccola freccia verso destra consente di scorrere il menù facendo comparire nuove funzioni.
La prima sezione è ovviamente dedicata alla ricerca: una semplice finestra di input consente di inserire il titolo del testo o il nome dell’autore che ci interessa cercare. In pochi secondi la app è in grado di fornire una lista di risultati corrispondenti ai criteri inseriti. Ovviamente, più è preciso il criterio, maggiore sarà la precisione della ricerca.
Selezionando il testo desiderato dall’elenco è possibile accedere ad una breve scheda tecnica che fornisce una piccola sinossi del libro (se presente), una scheda tecnica e la posizione del testo nelle biblioteche del polo bolognese, sia tramite una lista testuale sia tramite una mappa. In entrambi i casi sono presenti degli indicatori colorati (verdi o rossi) che indicano la disponibilità o meno del testo desiderato.
Sono inoltre presenti schermate relativi a link multimediali, una scheda dettagliata del testo con tutti i dati editoriali ed una sezione di “consigli” bibliografici, ricavati in base ad una rapida analisi statistica sul testo in questione. È anche possibile ampliare la ricerca raffinando i criteri necessari.
La seconda voce del menù inferiore nella schermata principale è “Scan”, che grazie allo sfruttamento di Barcone Scanner (che la stessa app vi chiederà di scaricare) permette di effettuare la ricerca mediante la lettura del codice ISBN di un testo (il codice a barre).
La terza sezione del menù è dedicata alla lista dei testi preferiti che è possibile indicare selezionando la stella nella lista delle ricerche precedentemente menzionata.
La quarta voce del menù consente l’accesso ai dati delle biblioteche del polo bolognese (indirizzo, via, numero di telefono, sito, etc). Tramite le potenzialità della app e dei servizi di geo-localizzazione è anche possibile tracciare il percorso tra la propria posizione e la biblioteca semplicemente cliccando sulla voce “Come raggiungere la biblioteca”.
La sezione “News” diffonde semplicemente le ultime notizie rilasciate dal polo bibliotecario come scioperi, chiusure o aperture straordinarie.
Molto interessante la sezione “utente” che permette di accedere al proprio account bibliotecario e monitorare la propria situazione prestiti o suggerire acquisti ad una biblioteca.
Non può mancare la sezione “impostazioni” che consente di inserire i propri dati di accesso (tramite mail istituzionale unibo o tramite codice dalla tessere bibliotecaria), selezionare una biblioteca predefinita in cui effettuare le ricerche (limitando così il campo di azione della ricerca) o modificare il numero dei risultati visualizzati in una schermata.
La app funziona perfettamente anche tramite una normale connessione dati, rendendosi utilissima soprattutto per chi non ha la possibilità di usufruire di una rete WI-FI. È una risorsa utilissima per gli studenti e per i ricercatori ma anche per curiosi ed appassionati di lettura. La sua semplicità la rende uno strumento accessibile a chiunque e la sua leggerezza, in termini grafici ma anche di software, ne consente l’utilizzo anche sugli smartphone meno recenti.
In definitiva la app SBN-UBO rappresenta un passo avanti notevole nell’ambito della consultazione bibliotecaria, già informatizzata grazie al catalogo online.
Unico neo è l’impossibilità, da parte dell’utente, di accedere allo storico delle proprie consultazioni. Una carenza che speriamo sia colmata con le prossime versioni del software.

login | privacy